Curiamoci con il limone, un vero e proprio farmaco naturale

Curiamoci con il limone, un vero e proprio farmaco naturale

Il limone è uno degli agrumi più famosi in tutto il mondo e di cui l’Italia è una fiera produttrice.

E nel limone è stata isolata una molecola, entrata alla ribalta in questi mesi come sostanza che potrebbe fermare il covid, chiamata naringenina capace di attaccare addirittura il violento virus dell’epatite C, figurarsi cosa non sia capace di fare nei confronti dei virus più comuni, degli stati infiammatori ed influenzali causa di laringiti, faringiti e semplici raffreddori.

Infatti gli studi in corso, coordinati dalla Sapienza in collaborazione con altre università italiane, hanno fatto emergere che la naringenina, flavonoide presente negli agrumi e in diversi vegetali di uso alimentare, sembrerebbe un’arma efficace nella lotta il covid-19, in quanto capace di bloccare alcuni tipi di coronavirus tra cui anche il sars COV 2.

  • Che cos’è il limone?

Il limone è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Rutacee

Nato probabilmente in India, fu studiato sin dall’antichità dagli arabi, che furono i primi a scoprirne tutte le proprietà terapeutiche. 

Sembra che già gli antichi egizi lo utilizzassero e a oggi, dato che ha la prerogativa di fiorire in continuazione, lo troviamo tutto l’anno. 

  • Composizione e principi nutrizionali

Il limone è costituito per il 30% del suo peso da succo: contiene dal 6% al 8% di acido citrico, citrati di calcio e potassio, sali minerali e oligoelementi quali ferro, fosforo, manganese, rame, grandi quantità di vitamina B1, B2 e B3, carotene, vitamina A, C (fino a 50 mg ogni 100g di succo) e P.

  • Proprietà

Grazie a questa sua composizione è antisettico, battericida e antitossico: attiva i globuli bianchi nella difesa organica, stimola la diuresi, tonifica il sistema nervoso e simpatico, è alcalinizzante, antireumatico, antigottoso, antiartritico, antiacido gastrico, antisclerotico, antiscorbutico, fluidificante del sangue, ipotensore, depurativo, rimineralizzante, emostatico, carminativo, cicatrizzante, e l’elenco non finisce qui.

Il succo di limone rappresenta, quindi, un vero miracolo della natura, che previene e contrasta innumerevoli disturbi quali l’influenza, l’anemia, la nausea, i reumatismi, le digestioni difficili, la ritenzione idrica e tante altre patologie.

Il limone è ricco di vitamina C, la cui scarsità nel corpo umano è associata a malattie mortali come l’ictus.

Apporta notevoli benefici a tutto il sistema cardiovascolare, allentando la pressione sanguigna e riducendo il rischio di infarti

Secondo alcuni studi, il limone avrebbe anche proprietà antitumorali, vista l’abbondanza di flavonoidi e di coagulanti, evidenziando che se assunto regolarmente e nelle dosi giuste, potrebbe svolgere anche un’azione preventiva contro il tumore dell’intestino, dello stomaco e del pancreas.

Si può inoltre usare per combattere una cattiva digestione, per le punture d’insetto, per problemi legati al fegato, alla caduta dei capelli, oltre ad avere proprietà disinfettanti (utile quindi sulle cicatrici).

Il limone ha migliaia di altre proprietà oltre a quelle riferite al corpo umano:

è ottimo per ravvivare e sbiancare gli indumenti, può rendere l’acqua potabile,

favorisce la concentrazione e la memoria; ha proprietà terminicide, essendo ottimo quindi anche per proteggere i nostri armadi dalle tarme.

  • Consigli d’uso

Ecco che ogni giorno possiamo coltivare il benessere e la salute con una semplice e sana abitudine: una tazza di acqua calda con il succo di un limone è un vero e proprio toccasana naturale.

Per ottenere l’effetto depurativo, sgonfiante e disintossicante è importante berlo ogni mattina appena svegli a digiuno, insieme ad abbondante acqua tiepida ed

attendere 15/20 minuti prima di fare colazione.

L’effetto immediato sarà di pulizia della pelle e di disintossicazione dell’organismo; questa sana abitudine nel lungo periodo regalerà tutti i benefici descritti.

Importante sapere che:

i limoni devono essere maturi, italiani, non trattati chimicamente o con cere per la conservazione;

vanno spremuti freschi e consumati subito;

iniziare gradatamente con un quarto di limone, poi mezzo, fino ad arrivare ad assumere un limone intero;