I sorprendenti benefici della cicoria

I sorprendenti benefici della cicoria

Ora che marzo sta bussando alle porte, l’andar per campi a raccogliere erbe spontanee è un bel modo per riconnettersi con la natura e fare il pieno di luce ed energia. Ed ecco che la cicoria ben si presta alla libera raccolta poiché cresce spontanea nei terreni incolti e negli argini delle aree coltivate. 

Ne possiamo mangiare a sazietà, più ne assumiamo più ci tiene desti per cui  utilissima contro la sonnolenza, alleata del fegato, dei reni e della salute dei capelli, nonchè ottima per la concentrazione! 

È pure saporita e medicamentosa, insomma una vera alleata per il nostro benessere, 

Ebbene sì, la cicoria al di là delle sue umili origini nasconde uno scrigno di virtù.

Che cos’è la cicoria?

La cicoria, Chichorium intybus, appartiene alla famiglia delle Composite, è una pianta perenne, a foglia verde, anche se in realtà di cicorie ne esistono di molte varietà orticole, con colori che variano dal verde, al rosso bordeaux e al bianco.

Quando la acquistiamo prestiamo sempre attenzione che le foglie siano prive di lesioni e parti scure o ingiallite. La troviamo nei mercati tutto l’anno

Il suo gusto è amarognolo, dovuto alla presenza di sostanze alcaloidi.

In cucina le foglie vengono consumate fresche all’interno delle insalate miste per sfruttare a pieno i benefici medicamentosi o cotte, sbollentandole in acqua leggermente salata per smorzare il gusto amaro, poi ripassate in padella con aglio, olio e peperoncino, spesso abbinate a deliziose torte salate.

Benefici:

  • La cicoria è composta da cicorina, inulina, colina, tannino, amido, sali minerali e vitamine, tutte sostanze toniche, disinfettanti e disintossicanti.
  • aiuta la concentrazione combattendo la sonnolenza,
  • ha potere lassativo,
  • stimola l’attività di pancreas e fegato,
  • regola la quantità di glucosio, rivelandosi un alimento importantissimo per chi soffre di diabete,
  • normalizza il colesterolo alto,
  • svolge un’azione lassativa,
  • rimuove le tossine,
  • ha un effetto diuretico,
  • tonifica i reni e la cistifellea, combatte i calcoli biliari, grazie alla capacità di dissolverli gradualmente,
  • regolarizza la pressione alta;
  • migliora l’umore;
  • allevia l’affaticamento e l’irritabilità.
Chicory or catalogna, italian salad isolated on white with clipping path

Curiosità

Durante il periodo napoleonico era diffusa in tutta Europa come sostituto del caffè. 

Il mio consiglio è quello di integrarla ed alternarla al caffè, perché il fisico possa giovare di tutti i suoi principi salutari.

Questa caratteristica la contraddistingue anche negli Stati Uniti, oltre ad avere la nomea di facilitatore dell’eros e fungere da stimolatore, grazie al suo effetto vasodilatante.

Il “cicoriaro “ è un antico personaggio, che di mestiere raccoglieva la cicoria nei campi per poi rivenderla al mercato.

Ed ora una semplice e gustosa ricetta.

Ingredienti:

  • per la pasta:

• 150 grammi di farina di tipo 2

• 60 ml di acqua tiepida

• 30 ml di olio evo (olio extravergine di oliva spremuto a freddo)

• ½ cucchiaino di sale

• semi di papavero (per guarnire)

  • per il ripieno:

• 400 grammi di cicoria

• semi di girasole, noci e mandorle, da tritare grossolanamente

• sale

Procedimento:

  1. Impastare farina, l’olio, l’acqua e il sale, creando una pasta leggera ed elastica.
  2. Formare una palla e posarla in uno straccio umido, lasciandola riposare in frigorifero per 30 minuti.
  3. Nel frattempo lavare la cicoria, lessarla e scolarla. Una volta raffreddata e tritarla in un frullatore.
  4. Prendere l’impasto e stenderlo con un mattarello su una superficie infarinata.
  5. Stendere in modo uniforme il ripieno sulla pasta, aggiungendo i semi di girasole, le noci e le mandorle.
  6. Arrotolare la pasta delicatamente in modo da formare un rotolo.
  7. Metterlo in una teglia foderata con della carta da forno e spolverarlo con i semi di papavero.
  8. Mettere in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti.

Provatela, è un piatto sano, completo e veloce … Sono certa resterete piacevolmente sorpresi!