Gli antibatterici e antivirali naturali

Gli antibatterici e antivirali naturali

Oggi quando sentiamo parlare di ‘antibiotico’ o ‘antivirale’ (e quante volte abbiamo sentito nominare queste parole nell’ultimo periodo!) pensiamo subito ad una farmacia, ad una medicina o ad un’iniezione.

Però ci siamo dimenticati che la natura è ricca di prodotti che svolgono funzioni antibatteriche e antivirali, che non hanno cariche chimiche potenti come i medicinali e che, durante l’anno, possono veramente venire in nostro soccorso ed aiutare la nostra salute.

L’articolo che state per leggere è, come sempre, una guida che voglio offrirvi per tenervi informate, per stuzzicare la vostra curiosità… ma non è un sostituto del medico! Tengo a dirlo ogni volta che affronto argomenti che rischiano di essere presi come vademecum per curarsi. Il vostro medico di fiducia deve essere sempre informato delle vostre abitudini, anche alimentari, soprattutto qualora iniziate un percorso di nutrizione consapevole.

Ma adesso affrontiamo l’argomento e cerchiamo subito di capire i termini che stiamo usando.

ANTIBATTERICO E ANTIVIRALE: QUAL È LA DIFFERENZA?

La prima informazione che vi voglio trasmettere è la differenza tra antibatterico, o antibiotico, e antivirale. Quando parliamo comunemente di antibiotico”, dal greco “anti bios”, che significa “contro la vita”, ci riferiamo ad un farmaco che ha la capacità di bloccare la proliferazione e la riproduzione dei batteri (in tal caso si definisce batteriostatico), oppure che riesce ad eliminare e uccidere il microrganismo (e allora lo chiamiamo battericida).

Se invece usiamo il termine “antivirale” stiamo parlando di una sostanza che contrasta le infezioni virali, inibendo il ciclo replicativo del virus.

Entrambi questi tipi di farmaci possono essere prodotti chimicamente e a livello industriale, tuttavia presentano diversi effetti collaterali sul nostro organismo. Nello specifico, l’azione potente data dalle dosi in commercio e usate dal comparto medico spesso rischia di alterare la flora batterica intestinale, situazione che può portare ad un abbassamento delle difese immunitarie e, come qualche volta sarà successo anche a voi, ad altri farmaci e altri ancora!

Ed ecco che ancora una volta la natura può venirci in aiuto, offrendoci rimedi ed alimenti con caratteristiche antibatteriche e antivirali innate e che, al contempo, non comportano effetti collaterali, ma anzi rafforzano il sistema immunitario.

GLI ANTIBATTERICI E ANTIVIRALI PIÙ CONOSCIUTI NEL MONDO VEGETALE

Ora vediamo da vicino alcune piante utili a combattere batteri e virus, lasciando intatta la flora intestinale e migliorando il nostro sistema immunitario. Inoltre, queste sostanze naturali hanno il vantaggio di essere “ad ampio spettro”, cioè di essere attivi ed efficaci contro una vasta gamma di batteri e, a differenza degli antibiotici di sintesi, sono utili anche contro le infezioni virali come ad esempio l’influenza o le sindromi da raffreddamento. 

  • Acacia: una pianta dalle spiccate proprietà antibatteriche, grazie ai tannini, presenti sia nelle foglie che nei frutti.
  • Achillea: antivirale nel suo estratto alcolico.
  • Aglio: è ricco di antiossidanti e contiene l’allicina, un amminoacido a base di zolfo.
  • Aloe: negli ultimi anni diversi studi hanno messo in luce l’effetto antivirale dell’aloe sulla crescita del HSV-1, l’herpes simplex, e sul H1N1, il virus dell’influenza di tipo A.
  • Bardana: una pianta dalle proprietà antifunginee e antimicotiche, della quale vengono usati i semi e le radici per essere utilizzati anche in alcool. 
  • Cumino: l’olio essenziale che se ne estrae ha forti proprietà antimicotiche.
  • Curcuma: molto efficace sia come antivirale e che nel trattamento delle infezioni batteriche. Mescolata al miele viene assunta come antibiotico naturale contro la tosse e il raffreddore.    
  • Eucalipto: ottimo per la respirazione e le vie urinarie, ma da usare esternamente al corpo se scegliamo di utilizzarlo puro.
  • Estratto di semi di pompelmo: è considerato un potente antivirale e battericida, in quanto presenta un elevato quantitativo di antiossidanti, bioflavonoidi ed altre sostanze in grado di contrastare le malattie. Tra di esse è presente l’esperdina, capace di stimolare in modo naturale il sistema immunitario rafforzandolo. L’estratto di semi di pompelmo contiene inoltre vitamina C, acido citrico, steroli e tracce di sali minerali.
  • Funghi medicinali: nonostante ce ne siano diverse tipologie, sono accomunati dall’alta presenza di polisaccaridi, che potenziano la risposta immunitaria ed offrono una risposta più potente e veloce contro i virus. Tra i più efficaci possiamo citare il Cordyceps sinensis, il Ganoderma Lucidum, l’Agaricus, lo Shiitake ed il Maitake.
  • Liquirizia: la sua spiccatissima azione antivirale si unisce agli effetti della glicirrizina, che blocca la formazione delle placche collegate ai virus.
  • Marcela: se ne sfruttano i fiori, soprattutto nel Sud America.
  • Nasturzio: l’isocianato di benzile offre a questa pianta proprietà antibiotiche, che la rendono particolarmente indicata per i disturbi respiratori e delle vie urinarie.
  • Noce: la corteccia è molto usata contro stafilococchi, candida, escherichia coli e pseudomonas.
  • Origano: anche questa pianta ha effetti considerevoli, sia negli estratti, nei decotti quanto nell’olio essenziale.
  • Pino: la forza antibatterica si ritrova nel suo olio essenziale.
  • Jacaranda: i frutti di questa pianta hanno proprietà antimicrobiche.
  • Timo: una delle piante con più forza contro i batteri ed i virus.
  • Zenzero: i suoi effetti non sono spettacolari in sè, ma il suo utilizzo è facile, veloce e può essere aggiunto in molteplici preparati. Questo lo rende un vero rimedio giornaliero.