Giocare intelligente con i mattoncini Lego

Giocare intelligente con i mattoncini Lego

“I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie”.
Michel de Montaigne

L’atto del giocare è per il bambino un modo per scoprire il mondo che lo circonda e per immaginare le sue reazioni davanti a tantissime ipotesi.
Un gioco divertente e adatto alla crescita stimola la curiosità e la fa diventare parte dei processi cognitivi in ogni campo, che verrà da lui esplorato.
Un gioco che attiva la mente, è un gioco appagante che spinge ad entrare nel suo mondo e a padroneggiare appieno le sue regole.
Tra i giochi preferiti da intere generazioni, ci sono le costruzioni Lego, nate in Danimarca nel 1961.

BENEFICI DELLE COSTRUZIONI

Scopriamo insieme perchè i Lego sono così popolari.
I Lego hanno una storia affascinante: nascono nel 1932 quando nel villaggio di Billund, Danimarca, il falegname e carpentiere Ole Kirk Kristiansen avvia un’azienda di falegnameria per produrre scale a pioli, tavoli da stiro e giocattoli di legno. Il figlio Godtfred Kirk Christiansen, si unisce a lui nella ditta di famiglia all’età di 12 anni.
Qui nasce una storia emozionante che nel passare dei decenni ha creato l’industria che conosciamo oggi. Qui vi alleghiamo il video della storia con la quale trascorrere qualche minuto con i vostri figli.

https://youtu.be/NdDU_BBJW9Y

Durante lo sviluppo cognitivo e fisico, il bambino deve sviluppare capacità cognitive, motorie e relazionali.
Questi geniali mattoncini ad incastro sembrano rispondere molto bene a queste diverse esigenze perché:

Sviluppano la fantasia: nel costruire l’immaginazione è fondamentale per visualizzare la costruzione finale. Il bambino è stimolato a immaginare il miglior progetto possibile con i mattoncini a sua disposizione, assecondando la fantasia scegliendo tra infinite combinazioni diverse.
Stimolano il problem solving, ossia la capacità di risolvere problemi semplici o complessi. Non tutti i giochi mettono di fronte ad un problema, mentre le costruzioni richiedono al bambino una specifica progettualità, oltre alla capacità di immaginarsi l’oggetto finale, processo altamente complesso.
Sono giochi sociali che aiutano a costruire legami sia casa che a scuola per la possibilità che danno di giocare a squadre per il raggiungimento di un obiettivo specifico.Nel momento in cui si lavora insieme si devono rispettare regole, rispettare i turni, dividersi i ruoli e responsabilità.
Stimolano la motricità fine nel controllo delle mani e delle dita: il bambino impara ad usare la pressione delle manI e ad essere preciso nel posizionare le cose, oltre ad affinare la coordinazione oculo- manuale.
Accrescono l’autostima in quanto permettono al bambino di creare qualcosa di concreto da esibire, da far vedere con orgoglio. Così facendo aumentano la fiducia in se stesso.
Allenano la pazienza e la perseveranza nel non arrendersi di fronte agli intoppi, alle cadute di costruzioni, o quando l’oggetto finito non è come doveva essere
Il bambino “manipola” la realtà con le mani, intervenendo nel mondo con le sue idee che prendono forma.

ALCUNE CURIOSITÀ

La parola lego in danese ” leg godt” significa “gioca bene” e in latino significa ” io metto insieme”.
Ogni anno vengono prodotti circa 19 miliardi di elementi LEGO più di 2 milioni all’ora.
Nel 2009 è stata costruita la prima casa a grandezza naturale utilizzando ben 3.300.000 mattoncini.
Con poco più di 40 miliardi di mattoncini LEGO impilati uno sopra l’altro, si può coprire la distanza dalla Terra alla Luna.
La torre più alta di Lego si trova in Israele e misura 36 metri di altezza.
E allora non manca che mettersi a costruire!
Guarda le realizzazioni più significative.

Lascia un tuo commento